Esalazioni Api, 16 avvisi garanzia

FALCONARA MARITTIMA (ANCONA), 17 MAG - Emissione di esalazioni nocive e moleste, inquinamento ambientale colposo e lesioni personali derivanti da tali reati. Sono le ipotesi per cui, a vario titolo, la Procura di Ancona ha notificato 16 informazioni di garanzia ai vertici dello stabilimento Raffineria Api di Falconara Marittima per le esalazioni maleodoranti avvertite per oltre una settimana dalla popolazione dall'11 aprile per il trafilamento di greggio dal serbatoio 61 durante operazioni di manutenzione. Gli avvisi, sotto la direzione del procuratore di Ancona Irene Bilotta, sono stati notificato dai carabinieri. L'inchiesta era partita sulla base di oltre mille denunce dei cittadini. Gli avvisi di garanzia sono un "atto dovuto", dice l'azienda ribadendo di aver gestito il problema nella "massima trasparenza". Le concentrazioni medie giornaliere di benzene - era emerso nel tavolo tecnico con la Protezione Civile - non avevano superato il valore di esposizione acuta per il livello minimo di rischio per la popolazione.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Polverigi

FARMACIE DI TURNO